logo

LA STORIA SOTTERRANEA: IL MESTIERE DI ARCHEOLOGO

L’archeologia è un mondo che affascina gli studenti per la possibilità di scoprire il passato e di trovare tesori nascosti nelle profondità della terra. Il laboratorio qui esposto vuole però dare un approccio più razionale alla materia, trattandola come disciplina scientifica ma non noiosa, e offrendo agli studenti la possibilità di vedere da vicino gli strumenti dell’archeologo e di cimentarsi nella ricostruzione sperimentale di oggetti del passato.

Programma del laboratorio Il mestiere dell’archeologo

Il progetto prevede due incontri con gli studenti, articolati nel seguente modo:
1. Lezione in classe della durata di 2 ore in cui verranno esposte le varie fasi di uno scavo archeologico: dalla ricerca del sito alla pubblicazione dei risultati. Attività pratica: simulazione in classe di scavo archeologico con studio della stratigrafia e della posizione dei reperti (gli studenti, divisi in squadre, rivestiranno i vari ruoli assunti da un archeologo: scavo, compilazione del diario di scavo, disegno e descrizione dei reperti, fotografia)
2. Visita guidata al Museo di Antichità dove si possono osservare importanti reperti rinvenuti nel territorio piemontese (dalle piroghe monossili di Viverone ai bronzi romani di Industria, dai gioielli longobardi della necropoli di Testona alle ceramiche medievali.

Eventuali altri incontri integrativi
Archeologia sperimentale. Durante la lezione saranno trattati i seguenti argomenti: studio di oggetti litici (strumenti in pietra per la caccia e l’uso domestico), studio di oggetti ceramici (vasellame e recipienti di uso quotidiano), analisi dell’impiego di altri materiali (legno, filati, osso). Attività pratica: modellazione dell’argilla per la riproduzione di vasellame.

MODALITÀ DI CONDUZIONE
N° degli incontri con la classe
: due
Durata di ogni intervento: due ore
Destinatari: classi di scuola primaria e classi di scuola secondaria di primo e secondo grado
Classi singole o abbinate: classi singole
Sede del corso
: l’istituto scolastico, ad esclusione della visita guidata
Attrezzature occorrenti:
proiettore per diapositive o videoproiettore da Personal Computer
Materiale fornito alle classi e agli insegnanti: dispense riassuntive degli argomenti trattati in classe, corredate da test di verifica. Le schede e i materiali prodotti rimarranno alla classe.

Metodologia
Per coinvolgere maggiormente gli studenti si utilizzeranno diversi strumenti didattici: saranno distribuite schede per la registrazione delle attività, saranno mostrati alcuni oggetti significativi per la trattazione della lezione (attrezzi di scavo, strumenti per il disegno e la siglatura dei reperti, ricostruzioni sperimentali di oggetti del passato), verranno utilizzati cartelloni illustrativi dei punti centrali della spiegazione.
Durante l’attività di scavo ogni ragazzo avrà il suo ruolo che gli consentirà di partecipare attivamente allo scavo e di confrontarsi con i compagni di squadra. Si farà frequente riferimento agli scavi archeologici effettuati nel territorio piemontese.

Costo: Euro 135,00 (esente IVA) a gruppo classe
Euro 75,00 (esente IVA) per l’eventuale incontro di archeologia sperimentale.
É possibile usufruire della sola visita guidata al Museo di Antichità al costo di Euro 70,00 (esente IVA) a gruppo classe.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments are closed.